capitolo 3

LA FIDUCIA IN SE STESSE È IL LOOK MIGLIORE

immagini Claudia Corrent

testi Clara Attene

design Sheldon.studio

“Self confidence is the best outfit”, recita una scritta sulla maglietta di J., 25 anni. J. lavora in una vigna, ma la sua passione è fare la sarta.

Sa usare la macchina da cucire e ha fatto alcuni vestiti per sé e per le sue amiche, comprando stoffe dai motivi africani in un negozio vicino alla stazione.

Come lei, anche B. vorrebbe fare la sarta. Ha imparato a cucire quando viveva in Nigeria e mostra orgogliosa una foto di un vestito rosso fatto da lei. Chiede ripetutamente informazioni riguardo alla possibilità di frequentare dei corsi di cucito: ha saputo che in città ci sono alcuni posti che offrono corsi di cucito e lei vorrebbe potersi iscrivere per migliorare le proprie capacità.

I., 27 anni, che è arrivata da appena due settimane nella casa che la ospita, ha nel suo armadio una piccola collezione di capi fatti all'uncinetto. Un top, un costume da bagno, una borsetta, un vestito ancora in fase di lavorazione, delle fasce per capelli: alcune di queste le ha fatte per regalarle alle figlie di altre delle ragazze che vivono con lei.

I suoi modelli per questi lavori arrivano dai social network: c’è Rihanna, ad esempio, sul cui profilo Instagram ha trovato una foto della cantante con addosso il vestito a cui sta lavorando ora, e Kylie Jenner, influencer americana e imprenditrice nel settore dei cosmetici, da cui invece ha preso l'ispirazione per il top. Le piacerebbe fare la commessa in un negozio di vestiti. Oppure l'estetista. Tutto ciò che ha a che fare con la cura del corpo la attrae.

C’è, letteralmente e metaforicamente, della stoffa in ciò che fanno. Le esperienze passate e la voglia di rimettersi in gioco alimentano le loro ambizioni.

capitolo precedente

2. La casa dov'è?

capitolo successivo

4. la stoffa del capo